Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
geronimo it approvato-il-rendiconto-2019-la-minoranza-vota-contro-A15135 002 Max 26° Sabato 04 Luglio 2020
geronimo it approvato-il-rendiconto-2019-la-minoranza-vota-contro-A15135 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Politica 16:29 | 30/06/2020 - Santarcangelo

Approvato il Rendiconto 2019, la minoranza vota contro

Il Consiglio comunale di lunedì 29 giugno – convocato in videoconferenza – si è aperto con una comunicazione del sindaco Alice Parma che ha invitato i consiglieri a osservare un minuto di silenzio in ricordo di George Floyd e contro tutte le forme di razzismo.

L’assessore Emanuele Zangoli (nella foto) ha presentato in ratifica al Consiglio una delibera di variazione al bilancio adottata dalla Giunta per due azioni legate all’emergenza Covid riguardanti la riduzione dei canoni concessori alle imprese che hanno subito la chiusura forzata e la riduzione delle entrate derivanti dai parcometri. La ratifica è stata approvata con i voti favorevoli dei partiti di maggioranza (Partito democratico, Più Santarcangelo, Pensa una Mano Santarcangelo), mentre si è astenuto il gruppo Lega Salvini premier in Romagna e ha votato contro la lista Un bene in Comune.

A seguire, sempre l’assessore Zangoli ha illustrato la variazione al bilancio di previsione e gli interventi messi in campo fino ad oggi in seguito alla pandemia, ben sapendo che non ci si fermerà a questi. Si tratta della prima occasione utile per un’azione efficace che parte dalle minori spese e cioè dal rinvio dei mutui Mef, cioè quelli in essere con la Cassa depositi e prestiti. Sono i mutui più prossimi alla scadenza che vengono rinviati per la sola quota capitale, senza dunque gravare sulle future amministrazioni. Questa scelta permetterà di liberare risorse per 760.000 euro che non verranno reinvestite tutte subito, al fine di creare una riserva autunnale. Nell’immediato verrà ridotto il carico dei tributi locali sulle imprese a partire dalla Tari per la quota variabile, sulle utenze non domestiche che hanno subito una chiusura (180.000 euro). Anche il canone per l’occupazione del suolo pubblico verrà ridotto nella misura di 9/12esimi (160.000 euro il risparmio per le attività), mentre il minor gettito per l’esenzione dal pagamento della prima rata di acconto Imu per gli alberghi  è pari a 15.000 euro. In totale si tratta di 350.000 euro di tributi tagliati ai quali si aggiungono le spese per lavori su scuole, giochi per bambini, aule all’aperto e parchi per 156.000 euro finanziati anche attraverso gli oneri concessori. Altre spese sono riferite ai centri estivi e all’assistenza dei ragazzi con disabilità. La delibera è stata approvata con i voti favorevoli dei partiti di maggioranza (Partito democratico, Più Santarcangelo, Pensa una Mano Santarcangelo), mentre si è astenuto il consigliere Fiori del gruppo Lega Salvini premier in Romagna e hanno votato contro la lista Un bene in Comune e il consigliere Stanchini (Lega Salvini premier in Romagna).

Sempre l’assessore Zangoli ha presentato le risultanze del rendiconto della gestione finanziaria 2019 che si chiude con un avanzo di 1.735.000 euro, che al netto degli accantonamenti e dei vincoli di bilancio porta a un avanzo libero di 609.000 euro. La parte accantonata è consistente, ha evidenziato Zangoli, ma è quella che ci permette di fare scelte ponderate che garantiscono gli equilibri di bilancio. Un altro tema da mettere in evidenza è quello dei servizi a domanda individuale che permette di comprendere quali siano le linee-guida e i maggiori investimenti della nostra amministrazione: nidi d’infanzia, trasporto scolastico, mensa, pre e post scuola. E ancora: cultura, musei, biblioteca, manutenzione del verde e tutela del territorio. A tutto questo, ha concluso Zangoli, vanno aggiunti la riorganizzazione della macchina comunale con la nuova dirigenza e un dato lusinghiero per la nostra amministrazione che mediamente paga i suoi fornitori dopo 23 giorni dall’emissione delle fatture, cioè ben al di sotto del limite dei 30 giorni. Al termine del dibattito che ha visto gli interventi dei consiglieri Corbelli, Borghini, Wild, Donini, il rendiconto è stato approvato con i voti favorevoli dei partiti di maggioranza, mentre hanno votato contro quelli di minoranza.