Per info e segnalazioni:
geronimo it sulla-ex-nuova-questura-uninterrogazione-del-consigliere-camporesi-A21401 002 Max 16° Venerdì 26 Febbraio 2021
geronimo it sulla-ex-nuova-questura-uninterrogazione-del-consigliere-camporesi-A21401 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Politica 20:37 | 18/02/2021 - Rimini

Sulla ex nuova Questura un'interrogazione del consigliere Camporesi

La ex nuova questura è al centro di un'interrogazione consiliare proposta da Luigi Camporesi (Obiettivo Civico – Vincere per Rimini, nella foto) il quale, in premessa, spiega di aver ricevuto un "sollecito pubblico dall'ex assessore Biagini epurato e scomunicato dal sindaco per aver passeggiato troppo spesso nei pressi della Procura di Rimini"

"Viene evidenziata la possibilità - sostiene Camporesi - che si vada verso un contenzioso complicato, nel caso in cui dopo la vendita della Nuova Questura da parte del Curatore
Fallimentare, intervengano variazioni agli strumenti urbanistici come quelle prospettate dalla Delibera di Giunta n. 46 del 17/02/2020. In quella delibera infatti, per la Nuova Questura si
prevedono gli Uffici Comunali attualmente in Via Rosaspina, un nuovo Comparto Residenziale e nuove Funzioni Commerciali per 1400 metri quadrati circa.

La legittimità della realizzazione - prosegue Camporesi - è stata infatti conferita anche dalla destinazione d’uso attuale a questura e variazioni successive alla vendita all’asta potrebbero aprire spazi a conflitti e contenziosi non indifferenti. Non si capisce perché si concederebbero modifiche agli strumenti urbanistici ai nuovi acquirenti che consentano di aumentare il valore di
oltre 2,5 milioni, quando una richiesta simile è stata negata in precedenza ad altre società, di fatto impendendo una vendita per oltre 7 milioni di euro. Va anche rilevato che le smentite a mezzo stampa dell’Amministrazione Comunale sono palesemente contraddette dalla delibera appena citata. A fronte di questi elementi di fatto, si chiede alla Giunta se intenda o meno aprire la discussione all’organo competente, ossia a questo Consiglio Comunale, prima di assumere decisioni pericolose per le finanze, l’efficienza e la vivibilità del Comune di Rimini".