Per info e segnalazioni:
Max 26° Martedì 16 Luglio 2019
Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni: +39 0541/787471 -
Cultura 20:09 | 11/01/2019 - Dall'Italia

ALEA IACTA EST

L’11 gennaio di 2068 anni fa, nel 49 a.C. Cesare passava il Rubicone cambiando le sorti del mondo. Allora il fiumicello segnava il confine tra il territorio italico di Roma e la Gallia Cisalpina e il grande condottiero era all’epoca comandante romano delle legioni di ritorno dalla campagna militare di 5 anni in Gallia. Dal Rubicone in poi era proibito entrare con le armi e Cesare si fermò in attesa di ordini. Il Senato di Roma con Pompeo ormai console unico, per togliergli potere gli ordino’ di sciogliere l’esercito e di tornare da privato cittadino. Fu allora che Cesare dopo averci pensato su pronunciò la famosa frase “ Il dado è tratto “ e decise di sfidare Roma e di  attraversare il Rubicone armato all’attacco della capitale con i suoi 5000 uomini e 300 cavalieri. Cosa successe dopo ce lo dicono i libri di storia. La Repubblica Romana cadde dopo la guerra civile e Giulio Cesare creò il suo impero, da Imperatore di Roma appunto.

C.B.