Per info e segnalazioni:
geronimo it calcio-per-i-violenti-scontri-pre-derby-queste-le-sanzioni-comminate-A36767 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Sport 14:55 | 17/01/2023 - Romagna

Calcio: per i violenti scontri pre-derby queste le sanzioni comminate

La legge, le regole, le condanne, molto spesso sono lente ad arrivare. Ma prima o poi colpiscono. In questo caso i provvedimenti che sono stati adottati per il derby Cesena - Rimini dell'Orogel Stadium, dello scorso 8 gennaio, non ci hanno messo tanto ad essere diventate pene. Vediamo nei dettagli. 

Sono stati otto i tifosi identificati per gli scontri in zona Ponte Pietra, cinque risalenti alla tifoseria del Rimini, tre del Cesena, dalla Digos di Forlì. Tutti quanti avrebbero ricevuto un provvedimento di Daspo. Mancava di stabilire ai provvedimenti la temporalità, ovvero la durata degli stessi, che viene calcolato pure in base a regressi comportamenti e la durata delle varie pene.

Nel caso in specie: ai tre tifosi del Cesena è stata comminata una inibizione per due anni in un caso, per un anno negli altri due. Mentre sanzioni maggiormente severe sono state inflitte ai cinque personaggi che sventolavano il biancorosso, alcuni dei quali già destinatari in passato di sanzioni come il Daspo.

Vediamo. Due provvedimenti sono di 5 anni, comprensivi dell’obbligo di firma, in occasione degli incontri del Rimini Fc. 

Il terzo provvedimento è di 8 anni, con la prescrizione dell’obbligo di firma per 60 mesi (5 anni). I tre provvedimenti dell’obbligo di firma sono stati convalidati dal Gip del Tribunale. Per altri due supporter rivieraschi, invece, stadio vietato per ben 3 anni.

Gli otto tifosi identificati, di età compresa tra 27 e 44 anni, sono stati deferiti alla procura della Repubblica di Forlì per rissa aggravata. 

Tutti i provvedimenti fin qui elencati prevedono il divieto di accesso alle manifestazioni sportive di calcio e basket. Sono al vaglio della Digos ulteriori filmati che potrebbero consentire agli investigatori di accertare ulteriori profili di responsabilità. Quindi un possibile aumento delle pene di cui sopra.

Queste sanzioni sono riconducibili alle ultime leggi post caso Raciti e aggiornate ovviamente negli ultimi anni a seconda dei brutti andazzi di chi frequenta non solo gli stadi, ma pure le strade, i piazzali e le zone che dovrebbero condurre, solamente, all'evento sportivo. Non ad altro!