Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
Max 13° Mercoledì 29 Gennaio 2020
Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Cronaca 16:51 | 06/12/2019 - Misano

La festa comincia in Piazza della Repubblica

Misano s’accende! Domani le luci delle Feste illumineranno Misano e insieme avvieranno il calendario di eventi previsti dal Comune. 

Natale a Misano segna l’inizio di una strategia che mira a rendere la città sempre più bella per i residenti e attraente per i turisti. Una trentina gli appuntamenti in programma, in gran parte dedicati ai bambini. Mettendo a sistema tutte le preziose realtà che si adoperano con tante iniziative e aggiungendo il proprio contributo, l’Amministrazione ha predisposto un calendario di eventi che parte domani e termina il 6 gennaio

Il primo appuntamento è alle 14,30 in piazza della Repubblica, dove sarà allestito il mercatino natalizio e si avvierà lo spettacolo “La Regina dei Ghiacci”. A sera si accenderanno le luminarie nel centro città. Piazza Repubblica diventerà un teatro per ragazzi e ogni sabato fino al 21 dicembre andranno in scena spettacoli per bambini.

Intanto, a Porto Verde già attivo il Porto Village Christmas, mercatino domenicale che per tutto il mese sarà la casa di Babbo Natale, con giochi e allestimenti suggestivi a cura del Comitato Commercianti Portoverde.

Al via anche i Presepi Artistici, da quelli meccanici in via Boito a cura di Ferdinando Righetti e di Scacciano a cura di Valter Meluzzi, fino al presepe in piazza nella frazione Belvedere e all’esposizione dei presepi artistici esposti nelle vetrine dei negozi e degli hotel di via della Repubblica e via dei Platani di Carla, Anna e Ivana Tacchi.

“Ringrazio – dice Fabrizio Piccioni, Sindaco di Misano Adriatico - tutti coloro che hanno aderito al progetto di mettere a sistema le iniziative e di supportare la volontà dell’Amministrazione di arricchire le giornate di festa con tanti appuntamenti che compongono un gran bel calendario. Sarà bello ritrovarsi ed alimentare insieme ai più piccoli lo spirito di comunità e di appartenenza che dobbiamo sempre ravvivare”.