Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
geronimo it solidariet-alimentare-si-pu-presentare-domanda-per-i-buoni-spesa-A12258 002 Max 22° Venerdì 05 Giugno 2020
geronimo it solidariet-alimentare-si-pu-presentare-domanda-per-i-buoni-spesa-A12258 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Cronaca 12:52 | 04/04/2020 - Coriano

Solidarietà alimentare, si può presentare domanda per i buoni spesa

A partire da questa mattina 4 aprile e fino a mercoledì 8 aprile i cittadini residenti a Coriano potranno fare domanda per accedere ai buoni spesa, compilando un semplice modulo per autocertificazione, a cui allegare copia del documento di identità o altro valido documento di riconoscimento. Tutto andrà inviato a mezzo mail all’indirizzo protocollogenerale@comune.coriano.rn.it

Il Comune redigerà la graduatoria e assegnerà i buoni spesa ai beneficiari. Qualora residuassero delle risorse si provvederà a riaprire i termini per le domande ed assegnare nuovi buoni spesa.

I requisiti di partecipazione individuati dalla Giunta Comunale sono i seguenti:

1) Persone disoccupate, inoccupate o poste in cassa integrazione con una percentuale del 30% o inferiore, dopo il 31.01.20, o Titolari di attività produttive, economiche, commerciali che in base  ai decreti emessi hanno dovuto sospendere l’attività;

2) Persone titolari di sola pensione di invalidità o disabilità ( il contributo riconosciuto non potrà essere superiore alla differenza tra il contributo previsto in base alla  composizione familiare e l’ammontare della pensione percepita)

3) Famiglie che hanno ricevuto contributi continuativi nell’anno 2019 e nei primi tre mesi del 2020 (è ricompreso anche il reddito di cittadinanza) (il contributo viene riconosciuto in misura non superiore alla differenza tra il contributo previsto in base alla composizione familiare ed il reddito di cittadinanza complessivo percepito dal nucleo familiare).

Verrà data la precedenza a chi non ha goduto di altri benefici economici, quali reddito di cittadinanza, RES, REI, pensioni o altri ammortizzatori sociali. Solo in subordine si potrà eventualmente integrare il contributo già percepito prevedendo buoni in misura non superiore alla differenza tra il contributo previsto per il nucleo e l’entrata di cui già il nucleo stesso beneficia.

I buoni spesa vanno da un minimo di € 200,00 per nuclei di un solo componente, fino ad un massimo di € 400,00 per nuclei composti da 3 persone. Per ogni componente aggiuntivo viene riconosciuto una maggiorazione di € 80, così pure in caso di presenza di persone disabili.

Il Fondo che la Protezione Civile ha riconosciuto al Comune di Coriano ammonta circa ad € 72.000 a cui il Comune di Coriano ha aggiunto € 3.000 dal bilancio comunale, per una dotazione complessiva di € 75.000. La scelta dell’amministrazione è quella di privilegiare in primis i cittadini che, a seguito dell’emergenza sanitaria, si sono trovati senza lavoro e senza altre fonti di sostentamento. Si tratterà di fasce non note ai servizi sociali, ma che prima di altre in questo difficile momento necessitano di un aiuto concreto. Da qui la scelta di utilizzare il sistema dell’autocertificazione da trasmettere via mail, snello e di facile utilizzazione da parte dei cittadini.

Contestualmente è stato pubblicato sul sito del Comune di Coriano anche l’avviso rivolto ai negozi del territorio per dare adesione al progetto BUONI SPESA finanziato con le risorse del Governo. Le attività potranno dare adesione fino al 6 aprile 2020.Tutte le informazioni si potranno reperire all’indirizzo: http://www.comune.coriano.rn.it/emergenza_buonispesa

Per ulteriori informazioni si può contattare l’Ufficio EMERGENZA COVID dei Servizi Sociali del Comune: tel.0541 659856.

Domenica Spinelli (sindaco): Come giunta abbiamo fatto varie proiezioni in base ai criteri da scegliere per consentire a chi ha bisogno di trovare una risposta equa nella ripartizione dei buoni. Con l'augurio che dal governo centrale possano arrivare risorse sino al termine dell'emergenza sanitaria e per tutto il periodo della ricostruzione del tessuto sociale. Risorse a cui ogni comune continua a metterne delle proprie per non abbandonare chi è già in carico ai servizi e chi a causa del coronavirus vede la sua situazione economica precipitare.”

Beatrice Boschetti (assessore ai servizi sociali): ”L'auspicio dell'amministrazione è che i negozi del territorio aderiscano tempestivamente al fine di dare una risposta capillare a tanti cittadini in difficoltà.”