Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
geronimo it show-di-insulti-minacce-e-violenze-dopo-il-tentato-furto-arrestato-A17343 002 Max 21° Mercoledì 30 Settembre 2020
geronimo it show-di-insulti-minacce-e-violenze-dopo-il-tentato-furto-arrestato-A17343 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Cronaca 15:38 | 15/09/2020 - Rimini

Show di insulti, minacce e violenze dopo il tentato furto: arrestato

Nella giornata di ieri la Polizia di Stato ha arrestato un 27enne italiano (gravato da numerosi precedenti di Polizia e penali, per reati inerenti gli stupefacenti, contro il patrimonio e contro la persona) responsabile di resistenza a P.U. e tentato furto aggravato.

Alle ore 02.00 di questa mattina, al 112 è arrivata la segnalazione da parte del portiere di notte di un hotel, di un furto in atto da parte di un soggetto che si era introdotto all'interno del locale dai garage e stava tentando di rubare una bicicletta. Giunti immediatamente sul posto, gli agenti notavano un soggetto, dietro una delle ante del cancello principale dello stabile, intento a tirare una bici verso di sé per guadagnarsi la fuga non riuscendo però nel suo intento in quanto il cancello risultava essere motorizzato.  Bloccato immediatamente dai poliziotti, l’uomo appariva fin da subito in uno stato particolarmente agitato e poco collaborativo, proferendo nei confronti del portiere frasi minacciose. Gli agenti, invitato l’uomo a desistere dal suo comportamento si vedevano riservato lo stesso trattamento con parolacce e insulti e, nel contempo, l’individuo tentava di guadagnare la fuga spingendo fisicamente i poliziotti, i quali, con non poche difficoltà poiché il giovane tentava di divincolarsi più volte scalciando e sbracciandosi, riuscivano a metterlo in sicurezza per farlo salire sull’autovettura di servizio. Durante il tragitto verso la questura il soggetto continuava ad inveire contro gli agenti e colpiva più volte col capo il finestrino della portiera, per poi distendersi supino e colpire numerose volte a piedi pari lo stesso finestrino, infrangendolo, fino al punto da piegare il supporto della portiera facendo distaccare completamente il finestrino stesso.  Una volta giunti in Questura, l’uomo continuava ad inveire contro tutto il personale operante, assumendo un atteggiamento ostile e poco collaborativo per poter procedere alla sua identificazione.