Per info e segnalazioni:
geronimo it comune-ed-hera-pronti-a-piantare-oltre-1-350-alberi-in-quattro-zone-della-citt-A28140 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Green 20:17 | 19/11/2021 - Rimini

Comune ed Hera pronti a piantare oltre 1.350 alberi in quattro zone della città

Sono circa 1.350 i nuovi alberi che saranno piantati grazie alla collaborazione tra Comune di Rimini ed Hera nell’ambito del progetto regionale “Mettiamo radici per il futuro”. L’iniziativa prevede la distribuzione a titolo gratuito ai Comuni, associazioni e cittadini di 4,5 milioni di alberi entro il 2025, con l’obiettivo di costruire un grande corridoio verde e affrontare le sfide dell’emergenza climatica.   Ad ottobre scorso Hera ha firmato un protocollo di intesa con la Regione che prevede la partecipazione ai progetti di messa a dimora di nuove alberature dei territori nei quali la multiutility è operativa. Per Rimini si traduce in un contributo economico di 25 euro ad albero per la copertura delle spese per le attività di piantumazione e manutenzione per almeno tre anni. L’operazione permetterà con un contributo di 33.750 euro la messa a dimora e l'accrescimento di circa 1.350 alberi, che serviranno ai progetti di forestazione periurbana di quattro aree: via Dello Scoiattolo-Via Pomposa (Grotta rossa), nell’area di via vittime dell’11 settembre (area ecologica via Macanno), in via Circonvallazione Ovest (zona centro i Malatesta) e l’area verde in Via Agostino Novella (zona industriale Viserba Monte).  

“Alla vigilia della giornata mondiale dell’albero che si celebra il 21 novembre ufficializziamo questa importante operazione in partnership con Hera – commenta l’assessora all’ambiente del Comune di Rimini Anna Montini – che si inserisce nel piano che come Amministrazione stiamo portando avanti già dallo scorso anno per andare ad arricchire il patrimonio verde della città, incentivando la messa a dimora di alberi forestali e le nuove alberature nei viali. Il proposito ambizioso è quello di arrivare nel giro di qualche anno a centrare l’obiettivo del 30% in più di alberi rispetto al patrimonio esistente in aree pubbliche, missione individuata anche dalla recente Cop26”.