Per info e segnalazioni:
Max 27° Martedì 18 Giugno 2019
Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni: +39 0541/787471 -
Opinioni 14:36 | 09/01/2019 - Rimini

Fatturazione elettronica, imprese tra problemi e disservizi

Stiamo ricevendo numerose segnalazioni da parte delle imprese riguardo a problemi e disservizi legati alla fatturazione elettronica, obbligatoria dal 1° gennaio 2019 per tutti i titolari di Partita Iva, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra privati, persone fisiche e giuridiche residenti o stabiliti in Italia. Le micro e piccole imprese  stanno trovando difficoltà su vari aspetti, a cominciare dalla trasmissione dei moduli e dalla richiesta di informazioni agli uffici preposti. Errori, attese, call center e portale bloccati, codici introvabili… Ma andando oltre gli aspetti prettamente tecnici, ancora una volta assistiamo ad una decisione che invece di facilitare la vita ai piccoli imprenditori chiede loro un ulteriore sforzo nella gestione dell’attività in termini di tempo e di risorse. Come associazione siamo sempre a favore delle iniziative che mirano a contrastare l’evasione fiscale e a semplificare la burocrazia, ma crediamo che questa disposizione non stia riuscendo a fare né l’uno né l’altro. Nei mesi scorsi abbiamo organizzato numerosissimi incontri su tutto il territorio provinciale, ai quali hanno partecipato centinaia di imprese, tanto da dover prevedere appuntamenti aggiuntivi. Uno sforzo che ha permesso alla maggioranza di sentirsi pronta almeno a livello teorico, ma nella pratica il sistema risulta ancora da oliare e da rendere più fruibile. Purtroppo al momento, alla prova reale, la fatturazione elettronica risulta essere l’ennesima burocrazia aggiuntiva che toglie fiato alle imprese, aumentando i costi di gestione e aggravando così la situazione del piccolo commercio già oberato da imposizioni e pressione fiscale costantemente al rialzo.

Gianni Indino presidente di Confcommercio della provincia di Rimini