Per info e segnalazioni:
geronimo it annunciano-ceccarelli-e-poi-offrono-la-candidatura-a-barboni-fi-lega-e-morrone-al-bivio-A25583 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Politica 09:35 | 29/07/2021 - Rimini

Annunciano Ceccarelli e poi offrono la candidatura a Barboni (FI): Lega e Morrone al bivio

Jacopo Morrone da Forlì sembra che non sappia più a quale santo votarsi per sciogliere il rebus del candidato sindaco di Rimini. Per questo ha scelto di affidare a Elena Raffaelli da Riccione l’intricato percorso di avvicinare Ceccarelli ai riminesi. L’ex sindaco bellariese si è messo a disposizione, ha incassato il sostegno di alcune civiche (Paesani e Frisoni) ma l’impressione è che resti comunque una gallina fuori dall’uovo. Morrone deve averlo capito e si sarebbe cautelato. Onde evitare fallimenti politici o debacle personali, il deputato ha mandato avanti la sua collega di Montecitorio pur continuando a lavorare nel buio. Tanto che, udite udite, ha offerto la candidatura di sindaco… indovinate a chi? A colui che soltanto poche ore prima aveva confermato pubblicamente l’ennesimo no a Ceccarelli. Ossia il senatore di Forza Italia Antonio Barboni. In sé la manovra sarebbe intelligente se ci fosse una sola possibilità che Barboni possa accettare. Ma Barboni ha il suo bel posto al Senato della Repubblica, chi glielo fa fare di “retrocedere” a Rimini? Il problema è però soprattutto politico: se Morrone “sacrifica” Ceccarelli per regalare la candidatura a Forza Italia significa che la questione delle correnti interne comincia a diventare pesante nella Lega. Perché, a questo punto, mollato Ceccarelli, l’unico candidato di partito che resterebbe in quota al Carroccio è Alessandro Ravaglioli.

Da parte di Salvini, l’aver indicato pubblicamente che devono essere i riminesi a scegliersi il candidato sindaco ha cambiato le carte in tavola di chi ipotizzava una decisione romana a chiudere il balletto delle parti.

A questo punto forse una quadra il centrodestra potrebbe trovarla: Ravaglioli è della Lega (anche se della corrente opposta a Morrone), piace a Forza Italia, di cui per tanto tempo è stato consigliere comunale nonché esponente di partito e non dispiacerebbe nemmeno a Fratelli d’Italia. Stavolta non è fantapolitica. Il nodo nel centrodestra starebbe per sciogliersi.