Per info e segnalazioni:
geronimo it fiorenzuola-vs-rimini-diretta-testuale-primo-tempo-0-a-0-A35668 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Sport 14:58 | 03/12/2022 - Dall'Italia

Il Rimini che doveva vincere, esce battuto da Fiorenzuola (2 a 1) sprecando tante occasioni da goal

FIORENZUOLA (4-3-3): 12 Battaiola, 4 Potop, 6 Bondioli, (68'Frison), 7 Mamona, (58′ st 70 Giani), 8 Stronati, 9 Mastroianni, 10 Sartore, (80' Morello),19 Sussi, 20 Oddi, (46′ st 3 Yabre), 26 Di Gesù, 31 Fiorini, (58' Currarino). A disp.: 1 Sorzi, 3 Yabre, 5 Frison, 11 Scardina, 18 Coghetto, 21 Morello, 23 Currarino, 24 Arduini, 45 Danovaro, 70 Giani, 80 Giallombardo. Al. Tabbiani.

RIMINI (4-3-3): 1 Galeotti, 3 Haveri, 5 Pasa, (70′Tanasa), 6 Paneli, 8 Delcarro, 11 Piscitella, 24 Sereni, (81' Accursi), 29 Santini, 31 Pietrangeli, 32 Tofanari, 38 Rossetti, (90' Vano). A disp.: 22 Lazzarini, 4 Tanasa, 7 Tonelli, 13 Regini, 15 Gigli, 17 Acquistapace, 18 Lo Duca, 20 Accursi, 27 Laverone, 83 De Rinaldis, 99 Vano. All. Gaburro.

ARBITRO: Lovison di Padova.
ASSISTENTI: Lencioni di Lucca e Boggiani di Monza.
4° UOMO: Bonacina di Bergamo.

RETI: 60' Delcarro (0 a 1),  67′ Stronati (1 a 1), 87' Frison (2 a 1)

AMMONITI: Santini, Fiorini, Accursi

ESPULSI:

ANGOLI: 12 a 2

Prima della grande sosta di Natale mancano al Rimini, per chiudere il girone di andata questi scontri: la trasferta di Fiorenzuola (28 punti), che è sesta in classifica, gara che si gioca oggi con inizio alle ore 14.30. Quindi la partita interna contro l’Ancona, che va in scena l’11 dicembre. Infine il 19, sempre nel mese di Babbo Natale, come regalino la trasferta a Montevarchi del 18. Dopodichè calerà il sipario riguardo la prima parte della stagione. Poi inizierà a gennaio un altro campionato. Necessario comportarsi bene durante questi ultimi 270’ pre-sosta, magari cercando di fare punti in alta Emilia, in trasferta, come si faceva un tempo!

Nel Rimini che si presenta oggi lontano da casa, da registrare le assenze di Gabbianelli, Mencagli, Allievi, Rosso e del portiere Zaccagno. 

In campo Galeotti a difendere i pali, in difesa la coppia Pietrangeli - Panelli centrali. In mezzo Rossetti rilievo di Tonelli. Tofanari è titolare nella corsa al posto, va in panca capitan Laverone. In attacco bomber Santini fa coppia con Sereni, mentra Vano rientra nei subentri. Queste le modifiche di Gaburro nei vari reparti, che in questo modo torna all'antico 4-3-3, con Piscitella ritrasportato nel ruolo di esterno sinistro offensivo.

Sarò una battaglia. E adesso si gioca. Il primo colpo lo batte il Rimini dopo 1' - Rossetti va dalla bandierina, colpo di testa di Panelli, neutralizza Battaiola.

Tre minuti di fuoco. (4′) retropassaggio sbagliato da Sussi, piomba sulla palla Sereni, che salta Battaiola, ma si allarga, quindi cerca Santini, che viene anticipato. Un giro di lancette e  il tiro da fuori area di Santini sfila a lato. Ancora un minuto e Sartore, tra i piu' attivi, si accentra, calcia col destro dai 25 metri, Galeotti non rischia la presa e devia in sicurezza.

Brutta leggerezza di Santini al 12'. Il capocannoniere del girone si fa ammonire stupidamente alzando volontariamente un braccio su Potop, mentre Oddi effettuava un retropassaggio al proprio estremo difensore. Santini diffidato, salterà la prossima gara, al “Neri” con l’Ancona.

Al quarto d'ora Mastroianni dal limite dell'area calcia bene di sinistro, Galeotti molto in affanno devia in corner.

Al minuto 20' Fiorenzuola molto bene: Mamona su Mastroianni colpo di tacco per Sussi, cross sul secondo palo e deviazione con la testa di Sartore, Galeotti intercetta e fa suo il cuoio.

120 secondi dopo. Episodio molto dubbio in area del Fiorenzuola, su un contropiede al fulmicotone del Rimini. Sereni mette un rasoterra insidioso, Battaiola esce quasi più per coprire la palla che per prenderla, dall'arrivo di Delcarro. Ma il mediano cade poi a contatto con Sussi. Per l'arbitro Lovison di Padova è tutto regolare.

Alla mezz'ora. (27'') Piscitella corre veloce per la sovrapposizione di Haveri, ttiro cross perfetto dell'esterno biancorosso respinto da Battaiola. Si prosegue e Pasa si libera al tiro di sinistro, palla deviata in corner da un difensore rossonero.

29' Altro angolo per gli ospit con Panelli che schiaccia di testa, ma Battaiola non si lascia sorprendere.

Ma il portiere di casa nella sua giornata dei miracoli deve ripetersi subito dopo. Siamo al 32', quando Pasa inventa una geniale giocata per Santini. Il killer romagnolo in area e calcia di sinistro a botta sicura, prodezza del portiere che respinge d'istinto sul fondo. É il quinto angolo per i biancorossi, uno invece per i rossoneri.

Rimini molto bene in questo primo tempo. Ancora una ripartenza dei biancorossi al 38': Delcarro muove per Sereni, lancio verso Santini, anticipato, intercetta Piscitella che tenta la volè a giro, pallone che si perde oltre misura di qualche metro.
Al 39′ angolo di Rossetti, traversone di Pasa, Santini finisce a terra, Pietrangeli colpisce di testa, sfera a fondo campo.Anche in questo caso viene lasciato correre dal direttore di gara il fallo commesso sul centravanti riminese in piena area.

Il Fiorenzuola si fa vivo al 40' con Oddi, ma la conclusione è facile preda (respinta di pugno) di Galeotti.

Siamo al 46' quando Rossetti guadagna  il settimo corner del primo tempo per i biancorossi. L'azione iniziata dalla bandierina si conclude con un cross di Haveri, davvero maldestro.

Quindi arriva il duplice fischio. Rimini nei primi 47' di gioco, recupero compreso, padrone del campo e molto veloce nelle giocate. Al Velodromo Pavesi termina 0 a 0 la prima frazione di gioco.

Secondo tempo. 

Al 48' il Rimini passa  in vantaggio. Pasa crossa dal limite. Delcarro devia la traiettoria, però al momento del tocco vincente si viene a trovare iln offside. Nulla di fatto.

Pasa superstar oggi. Bella intuizione su Piscitella che tira. La botta viene respinta da Yabre. 

Al 60' ancora Pasa in verticale per Santini, che avanza con prepotenza e grande dinamismo. L'attaccante Piscitella e lo serve: tiro di destro, Stronati con il corpo toglie le castagne dal fuoco per il momento.

Finalmente al 60' il Rimini trova la rete del meritato vantaggio. Pennellata di Haveri dalla sinistra fin dentro l'area per Delcarro, colpo di testa perfetto. Battaiola questa volta non la prende (0 a 1). 

62' Sartore serve Di Gesù, che si allarga a sinistra e fa partire un velenoso tiro cross, Galeotti esce e smanccia plastico.

Ma la felicità per gli ospiti è di breve durata. 67' Punizione innocua da sinistra di Sartore, palla sul primo palo: Mastroianni di testa, Galeotti respinge come può, si potrebbe anche dire non benissimo. Così Stronati tocca in rete da pochi passi (1 a 1).

Al 70' Il portiere di casa sulla punizione calciata di destro da Sereni diventa SuperMan e vola in cielo per togliere la palla da in fondo al sacco.

A dieci dal termine. Traiettoria di Rossetti, chisura decisiva su Yabre, la palla arriva ai 25 metri dalla porta al nuovo entrato Tanasa. Tiro rasoterra, deviato ancora una volta dai difensori locali. E' solo corner.
Sul capovolgimento di fronte prova Sussi: tiro a meta. Non vale nel calcio.

Da questo minuto in poi succede il patatrac. 85' Il Fiorenzuola si mangia il vantaggio: Morello da sinistra mette al centro, Currarino ha la porta spalancata, ma invece di girare col mancino, il centrocampista tocca con il braccio.

Poi arriva comunque il vantaggio del Fiorenzuola: 87' Dalla bandierina di destra va Morello, solito errore di valutazione della retroguardia ospite e colpo di testa di Frison, con palla che infola all'incrocio dei pali (2 a 1).

Si giocano 4' di recupero. Al 90' Cross di Haveri sul primo palo, blocca Battaiola. Al 92' Tofanari serve Delcarro che crossa nel mucchio, Santini colpisce di testa, Battaiola arpiona e chiude la porta.

Alla fine per quanto si è visto in campo si può certamente dire che alla formazione di Gaburro il pari sarebbe andato stretto. Anche parecchio. Ma nel calcio non conta fare accademia in mezzo al campo, specchiarsi davanti a giocate belle e creare occasioni da rete. Il Fiorenzuola ha dimostrato quello che occorre per stare in un certo giro di classifica. Ad iniziare da un grande cinismo, mettendo dentro le sole due occasioni vere capitate nei 95' disputati. Nel gioco del pallone vince chi la butta dentro. E oggi il Rimini ha peccato in questo, mettendo nel piatto anche il solito errore difensivo in occasione del vantaggio rossonero. Non poco comunque!

Elp