Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
Max 11° Sabato 17 Novembre 2018
Per info e segnalazioni: +39 0541/787471 -
Sport 17:06 | 23/10/2018 - Rimini

Rimini a Terni con Martini in panca aspettando Acori

Ormai lo sanno anche i bambini che vann a raccogliere i palloni allo stadio. Leo Acori (nella foto), a meno di clamorose retromarce, tornerà sulla panchina biancorossa. La scelta per rilanciare un Rimini nei bassifondi della classifica è caduta su di lui, un personaggio amatissimo da queste parti e mai dimenticato. Dopo il doloroso quanto inaspettato addio di mister Luca Righetti, dimessosi irrevocabilmente l’indomani del ko di Imola, domani sera il Rimini è atteso dalla difficile trasferta sul terreno della corazzata Ternana. Si gioca al “Libero Liberati” con fischio d’inizio alle ore 20.30. Alla vigilia della sfida tocca a mister Marco Martini, tecnico in seconda, fare il punto della situazione. Inevitabile il primo pensiero riguardi quanto accaduto nelle ultime ore. “Sono molto rammaricato per quanto si è venuto a creare perchè con mister Righetti abbiamo condiviso tutto. Insieme abbiamo vissuto gioie e difficoltà, la straordinaria promozione dello scorso anno così come l’inizio di questa impegnativa ma stimolante stagione. Lo ringrazio, lavorare con lui per me è stata un’opportunità di crescita personale e professionale”. L’attenzione si sposta, per forza di cose, rapidamente sull’impegno nella tana delle “fere” rossoverdi. “Se tutte le partite sono difficili e mai scontate, quella di domani è particolarmente complicata perchè andiamo ad affrontare un avversario che non avrebbe nemmeno bisogno di troppe presentazioni. Una squadra costruita per vincere, composta da giocatori fisici, muscolari, di esperienza e di grande qualità”. Nonostante tutto mister Martini si mostra decisamente determinato, così come ben chiara è la strada che indica ai propri ragazzi. “In questi momenti è fondamente liberare la testa, senza pensare a ciò che è stato, al fine di scendere in campo nelle migliori condizioni mentali possibili. Alla squadra chiedo il giusto atteggiamento, dunque massima determinazione, applicazione e voglia di sacrificarsi. Sappiamo sarà una gara dalle mille difficoltà ma una squadra vera le difficoltà le affronta e cerca di superarle tirando fuori tutto ciò che ha dentro”.