Per info e segnalazioni:
Per info e segnalazioni:
geronimo it danni-resistenza-e-lesioni-a-pubblico-ufficiale-arrestato-22enne-A17724 002 Max 19° Giovedì 22 Ottobre 2020
geronimo it danni-resistenza-e-lesioni-a-pubblico-ufficiale-arrestato-22enne-A17724 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Cronaca 19:00 | 28/09/2020 - Rimini

Danni, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: arrestato 22enne

Nella giornata di ieri, una pattuglia delle volanti della Questura di Rimini ha tratto in arresto un ventiduenne originario della Lituania per resistenza e lesioni a P.U. e danneggiamento aggravato. Nello specifico, alle 05:00 circa la volante impegnata nel controllo del territorio si portava nei pressi di una struttura alberghiera sita in Via Cirene poiché era arrivata la segnalazione di due persone visibilmente ubriache e moleste. Sin dall’arrivo dei poliziotti, le due persone (un 22enne della Lituania e una 18enne originaria di Rimini) in evidente stato di alterazione psico-fisica, adottavano un atteggiamento aggressivo sia nei confronti degli agenti che verso il portiere notturno dell’hotel che raccontava che poco prima il ragazzo, cliente della struttura alberghiera, si presentava insieme alla propria fidanzata, pretendendo che quest’ultima entrasse con lui in camera nonostante la stessa non fosse regolarmente registrata. L’uomo, considerate le disposizioni che vietano in modo categorico l’ingresso nella struttura a persone non registrate, impediva l’ingresso alla donna, generando un atteggiamento aggressivo e minaccioso dei ragazzi, motivo per il quale l’uomo si trovava costretto a richiedere l’intervento della polizia.

Mentre gli agenti cercavano di riportare alla calma i due giovani, sopraggiungeva il titolare dell’albergo, il quale per venirgli incontro, offriva al ragazzo la restituzione dell’importo pagato per la camera per far sì che gli stessi abbandonassero la struttura. La coppia, per tutta risposta, si accendeva ulteriormente ed inveiva contro il titolare rivolgendogli frase ingiuriose, sputandogli in faccia e dandogli un calcio alle gambe.

I poliziotti si frapponevano subito tra le parti quando improvvisamente il ragazzo si scagliava contro la sua fidanzata, afferrandola per il collo e stringendo con forza. Intervenuti rapidamente per liberare la ragazza, lo stesso si lanciava contro uno dei due agenti afferrandolo per il collo. Riportato alla calma con non poca fatica e messo in sicurezza, il ventiduenne veniva accompagnato in Questura. Anche durante il tragitto, il ragazzo continuava a tenere un comportamento minaccioso e aggressivo calciando contro il divisorio dell’auto di servizio e uno sportello danneggiandolo a tal punto da compromettere l’apertura dello stesso.

Il giovane, con numerosi precedenti di polizia, veniva pertanto tratto in arresto in attesa del rito direttissimo che si è svolto questa mattina, al termine del quale, a carico del ragazzo è stata applicata la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.