Per info e segnalazioni:
geronimo it il-consigliere-santarcangiolese-stanchini-smentisce-la-raffaelli-e-apre-un-altro-caso-nella-lega-A36109 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Politica 10:29 | 19/12/2022 - Rimini

Il consigliere santarcangiolese Stanchini smentisce la Raffaelli e apre un altro caso nella Lega

Nella Lega, già prima ma ancor di più oggi all'indomani del rinnovo delle cariche provinciale, c'è maretta. Il dito puntato contro gli assenti, da parte del neo segretario provinciale Elena Raffaelli, scatena subito la reazione di uno di loro, il consigliere comunale di Santarcangelo Gabriele Stanchini (nella foto).

“La ex parlamentare locale Elena Raffaelli a proposito della mia mancata partecipazione al recentissimo congresso provinciale della Lega dice Stanchini - scrive sulla stampa che il sottoscritto “non ha neppure rinnovato la militanza, che spettava a lui richiedere, e che quindi non avrebbe avuto alcun diritto a partecipare e votare al congresso”.  Vorrei comunicare ad Elena Raffaelli che non ho mai sopportato le bugie. Per onor di verità mi vedo costretto a riportare come sono andati i fatti dal momento in cui, giunti a questo punto, risulta doveroso smentire Elena Raffaelli pubblicamente. 
Ho chiesto il rinnovo della militanza nel periodo pre-elettorale quando mi sono recato nella sede provinciale della Lega Rimini in Via Bonsi. Presenti in sede la responsabile territoriale del tesseramento Chiara Merlini e il Segretario Nazionale Romagna, Jacopo Morrone. In tale occasione mi è stato risposto che non era il momento ideale per rinnovare la militanza e di rimandare il tutto a dopo le elezioni politiche. Nessuno mi ha più contattato, dopodiché mi sono ritrovato davanti alla notizia che sabato 19 novembre alla presenza del segretario della Lega Romagna Jacopo Morrone e del segretario provinciale di Rimini, Elena Raffaelli, si era svolto il congresso cittadino del partito a Santarcangelo. Un fatto di cui sono venuto a conoscenza solamente attraverso la pagina social della Lega Santarcangelo presente su Facebook e non tramite gli organi di partito, come dovrebbe almeno teoricamente funzionare. Nessuno mi aveva avvisato a riguardo, nè via mail, nè telefonicamente. 
Non posso immaginare o ritenere in alcun modo - prosegue il consigliere clementino - che si sia trattata di una svista, bensì credo sia stata una scelta premeditata visti i fatti che vi ho appena riportato e dato che i consiglieri comunali della Lega Santarcangelo da avvisare sarebbero stati solamente due e non cinquemila. Occorre un minimo di onestà intellettuale per capirlo. Alle mie richieste di spiegazioni, nonostante tutto, mi era stato risposto che avrei dovuto rinnovare la militanza anche nel 2022 per poter partecipare al congresso di Santarcangelo: insomma una vera e propria arrampicata sugli specchi e una lampante negazione della realtà. 
Mi chiedo quindi che senso abbia rinnovare le militanze con questa gestione discutibile che, come testimoniato da altri eletti del territorio, seleziona i militanti, ovvero gli aventi diritto al congresso, sulla base di calcoli prettamente personali per i quali diventa di conseguenza scontato l’esito. Con tutto il rispetto, tutto ciò diventa una farsa, una presa in giro.
Avevo già provveduto - conclude Stanchini - ad avvisare della situazione il segretario federale Matteo Salvini e i tre vicesegretari per conoscenza. Provvederò a farlo nuovamente dopo aver letto queste parole di Elena Raffaelli nei miei confronti che non corrispondono a verità”.