Per info e segnalazioni:
geronimo it gruppo-lisi-ma-una-presidente-del-consiglio-comunale-cosc-ci-dite-a-cosa-serve-A36979 003 Per info e segnalazioni: +39 3339968310 -
Opinioni 15:53 | 24/01/2023 - Rimini

Gruppo Lisi: "Ma una presidente del Consiglio comunale così ci dite a cosa serve?"

"A seguito degli incontri della Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consigliari è emersa una chiara problematica di mancanza di dialogo costruttivo tra maggioranza e opposizione, sfociata in un evidente “malessere organizzativo dei lavori del Consiglio comunale”. Riprendendo i lavori consiliari dopo la pausa natalizia, ci tocca assistere all'ennesimo episodio di non correttezza politica da parte della Presidente del Consiglio, che come molti cittadini hanno potuto notare, in occasione delle sedute del Consiglio comunale, non tiene a riguardo dei diversi ruoli istituzionali.
Anche quest'ultima volta, l'ennesima, si presenta alla riunione della Presidenza dei Gruppi con il piglio di chi deve solo dare comunicazione di decisioni già prese altrove. Da quando si è insediata, ci ha abituato che al termine delle sue comunicazioni, chiede soltanto per dovere se ci sono interventi da parte nostra, Presidenti dei Gruppi consiliari. Ognuno di noi prende la parola e il copione è sempre lo stesso. Appena noi dell’opposizione illustriamo criticità, opinioni in disaccordo o semplici annotazioni, la Presidente ripete come un mantra le stesse 4 parole a seguito di ogni contributo “Bene, andiamo avanti, altri?” per poi infischiarsene totalmente di ciò che abbiamo appena detto. Immancabili poi arrivano gli sperticati interventi dei Consiglieri di maggioranza, in primis quelli del PD, che a spada tratta ci sommergono con improbabili eloqui sulle validissime ragioni di quanto probabilmente già deciso in altra sede.
Ora ci chiediamo a cosa serva continuare a perdere tempo, se si tratta solo di essere informati su quanto hanno già deciso basterebbe leggere i verbali della riunione, visto che nessuno dei contributi dell’opposizione viene mai valutato. Chi è stata chiamata a svolgere questo illustre incarico si rende conto che è stata votata anche dai consiglieri di opposizione?  Chi riveste quel ruolo, in qualità di Presidente, si rende conto che non può limitarsi meramente ad essere eco di qualcun altro? Si rende conto che bisogna conoscere non solo i rudimenti delle prassi amministrative ma considerare anche il rispetto dei ruoli, politici e interpersonali ?
E’ bene chiarire che il ruolo del Presidente del Consiglio Comunale è un ruolo di “garante sul buon funzionamento dei lavori” in un’ottica di massimo dialogo tra le forze politiche presenti in assemblea, le quali, con le relative differenze, devono lavorare per il bene cittadino e essere al servizio di questo.
Nel momento in cui le decisioni sulle modalità di svolgimento dei lavori consiliari sembra vengano prese nella segreteria del partito di maggioranza seguendo una precisa linea politica, si ritiene che venga a mancare quel rapporto di fiducia e di collaborazione che deve contraddistinguere i rapporti istituzionali.
A tal fine è bene ricordare che il calendario dei lavori deve essere condiviso e non imposto, le commissioni devono essere convocate anche su mozioni della minoranza (vedasi mozione sui salvataggi giacente in 3° commissione da 8 mesi) e il nuovo regolamento sul funzionamento del Consiglio comunale non puo’ essere fatto “a misura di maggioranza”.
Per quanto sopra, il gruppo consigliare Gloria Lisi per Rimini chiede con determinazione alla Presidente del Consiglio di operare con la trasparenza, la coerenza e l'imparzialità che devono contraddistinguere il suo ruolo, adottando un dialogo aperto con i gruppi di minoranza sui lavori del Consiglio Comunale nel rispetto istituzionale e con la considerazione che deve essere attribuita ad ogni rappresentante della comunità riminese legittimamente eletto in Consiglio Comunale".

Gruppo Gloria Lisi per Rimini

Cons. Gloria Lisi

Cons. Stefano Murano Brunori